Libere Risonanze: Target Korea: attacchiamoli !

10 ottobre, 2006

Target Korea: attacchiamoli !



















Ed ora sotto con la Corea del Nord !

Finalmente, dopo essere stata strenuamente difesa dai pacifinti, la Corea del Nord ha dato esempio di quali siano le reali intenzioni dei paesi a reggenza dittatoriale nei confronti dell'energìa atomica. La costruzione di armi a scopo di ricatto.
La folle minaccia della Corea del Nord ai suoi vicini giustifica di per sé le guerre d'Afghanistan, d'Iraq, il ventilato intervento in Iran e tutti gli interventi militari a venire che impedissero a paesi retti da tiranni ed in sentore di poter disporre della bomba atomica di poter scaricare il loro arsenale nucleare contro il mondo intero.
La Russia e la Cina, sempre vergognosamente contrarie a qualunque intervento di questo tipo per i propri interessi di bottega ora hanno percepito cosa significhi il tirarsi la zappa sui piedi. La Corea infatti confina con essi e pertanto anch'essi, finalmente, siano benvenuti nel club dei paesi sotto tiro.
Il mondo, dopo anni d'immobilismo e di buonismo è arrivato al capolinea. Ora ad un attacco atomico si dovrà rispondere con un attacco atomico, alla faccia della dabbenaggine tanto cara ai pacifisti. Se si fosse potuti intervenire prima, se Cina e Russia non si fossero messe di traverso e se l'opinione pubblica modiale non si fosse schierata contro l'intervento armato statunitense forse oggi avremmo potuto annientare il governo nordcoreano con una semplice guerra convenzionale preventiva, che avrebbe lasciato sul campo un numero limitato di morti civili.
Ora l'intervento militare rischia di diventare una carneficina e centinaia di migliaia di vite umane rischiano di bruciare in pochi secondi. Ma non ci si illuda: se si evitasse ancora quell'intervento militare non solo necessario ma doveroso, se prevalesse ancora una volta il disinteresse, l'apatìa, la miopìa o peggio, il parassitismo del pacifismo, i morti si potrebbero trasformare in milioni e la bomba da possibilità potrebbe concretizzarsi in realtà.
Ora la Corea sta iniziando a ricattare gli Stati Uniti per ottenere concessioni: nessun paese civilizzato, né la Francia, né l'Inghilterra, né Israele, ma nemmeno Russia, Cina, il Pakistan od India hanno mai usato questo mezzo a scopo estorsivo, eppure alcuni popoli di questi paesi fanno la fame esattamente come i coreani del Nord: la sintesi è "noi vi tiriamo la bomba se non ci date..." .
E' davvero ora di rompere gli indugi e colpire per primi con l'arma che i nostri nemici vorrebbero lanciare sulle nostre teste. E la colpa di chi ci prenderà di mezzo sarà dei pacifinti.

2 Comments:

Blogger Stars&Stripesforever ha detto...

C'è da piangere a pensare che le "severe sanzioni" dell'onu si limiteranno ad un embargo su strumenti e materiale bellico e, forse, all'ispezione delel navi in entrata e uscita !
Se vogliono seguire la strada dell'embargo che si aembargo totale e assoluto, per chiudere la Corea nella sua miseria e aspettare che sia il popolo a ribellarsi ai suoi aguzzini.

martedì, 10 ottobre, 2006  
Blogger Jetset (Defendit Numerus) ha detto...

Sarei d'accordo, se non fosse che nel frattempo la Corea del Nord potrebbe aver voglia di lanciare i missili.

No, meglio bruciacchiarli subito prima che facciano troppi danni.

mercoledì, 11 ottobre, 2006  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home