Libere Risonanze: Montezemolo dai piedi zappati

24 maggio, 2007

Montezemolo dai piedi zappati


Toh, chi si vede. Luca Cordero.

Oggi all'assemblea della confindustria il Luca nazionale ha sparato a zero sulla politica (per la verità su entrambi gli schieramenti, tanto perché non fosse troppo evidente la sua toppata quando sostenne Prodi) ma in particolar modo sull'operato del governo, reo dopo un anno dalla sua presa del potere di non aver fatto praticamente nulla per evitare quello che è il collasso prossimo del paese. Però affermare che il governo non abbia fatto nulla è un errore grossolano: in realtà il governo ha fatto molto, ma per accertarsi che dal baratro nel quale ha gettato l'Italia non si potesse uscire tanto facilmente in futuro.

Montezemolo ha affrontato per la verità con un pò di populismo gli argomenti principali cari a confindustria quali i lavoro, la crescita economica ed i costi della politica.

Pur se per i costi della politica la ragione è tutta dalla sua parte, diversamente dicasi per la crescita del Paese ed i problemi relativi al lavoro. Appena un annetto fa Montezemolo parlava del tutto diversamente e strizzava l'occhio a Prodi, riversando su Berlusconi il suo disprezzo più totale, tanto che si conquistò a buon diritto l'appartenenza a quell'alone liberal-chic-sinistro Della Valle style che faceva tanto "in" negli anni di governo Berlusconi.

Atteggiamento poco lungimirante, direi, visto che appena insediato il nuovo governo ha rapinato il TFR delle aziende, si è disinteressato di imprenditori ed operai, si appresta a fare a pezzi la riforma Biagi, ha massacrato di tasse le industrie dirottandole "verso le regioni meno virtuose" ed ha bloccato tutti i lavori pubblici, dalla TAV al ponte di Messina.

Il buon Luca, insomma, si sveglia dalla dormita e si accorge che le uniche mortadelle buone sono quelle che si acquistano dal pizzicagnolo.

Caro Luca, non so se tu abbia mai preso una zappa in mano: suppongo di no, visto che te la sei data sui piedi.

Etichette:

2 Comments:

Blogger Antonio Candeliere ha detto...

Vorrà diventare Presidente del Consiglio?

venerdì, 25 maggio, 2007  
Blogger Jetset (Master) ha detto...

Chissà, Antonio, però mi sa che Cordero sia troppo furbo per entrare in politica e dover prendere decisioni impopolari. Un pò come Grillo, insomma, che fa il politicante "esterno" ma non fornisce soluzioni tecniche, solo dei "bisogna", termine che io odio perché quando si usa il bisogna (bisogna risolvere la tal cosa, bisogna discutere etc...) significa che nello specifico non si ha la minima idea di come farlo.

venerdì, 25 maggio, 2007  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home