Libere Risonanze: La distanza tra due dignità

04 giugno, 2007

La distanza tra due dignità


E' di oggi la notizia che il Generale Speciale, ex-comandante della Guardia di Finanza ha rifiutato l'incarico "riparatore" offertogli da Prodi in seguito alla vicenda Visco.

Una sola considerazione s'impone: è grazie alle forze dell'ordine che l'Italia non naufraga, solo esse permettono al nostro paese di chiamarsi ancora "civile". Guardia di Finanza, Carabinieri, Polizia, Forze Armate. Sono loro i nostri angeli, le persone che dobbiamo ringraziare ed emulare.

La differenza tra la Dignità (con la D maiuscola) del Generale Speciale e lo squallore di un governo accattone che fa carte false pur di rimanere in sella è abissale e drammatica: vorremmo al governo tanti generali come il NOBILUOMO in questione, che tutti noi in questo difficile momento abbracciamo idealmente.

Invece ci ritroviamo comandati da un branco di XXXXXXX. La parola omessa sceglietela voi tra i numerosi aggettivi che la lingua italiana mette a disposizione.

Etichette:

2 Comments:

Blogger Massimo ha detto...

Probabile che Prodi e i suoi sodali pensassero di avere a che fare con uno della loro stessa razza, disposto a tutto pur di mantenere sotto il fondoschiena una poltrona ben remunerata.
Chissà che sorpresa trovare uno che, invece, sa ancora cosa sia la Dignità ... semprechè questa parola esista e sia conosciuta nel vocabolario di prodi e dei suoi accoliti ... :-D

martedì, 05 giugno, 2007  
Blogger Emilie Rollandin ha detto...

Spererei che la Dignità del Generale Speciale possa essere un buon esempio per i nostri poveri politici della maggioranza e dell'opposizione.

mercoledì, 06 giugno, 2007  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home