Libere Risonanze: Lavavetri not admitted !!!

28 agosto, 2007

Lavavetri not admitted !!!

E' di oggi la notizia che a Firenze non saranno più tollerati i "servizi" forzatamente imposti agli automobilisti dai lavavetri, personaggi che si aggirano per gli incroci e con cui regolarmente bisogna litigare al fine di non farsi "lavare" il parabrezza. Tale provvedimento prevede una denuncia penale ed una grossa multa al lavavetri in questione che, siamo sicuri, mai verranno effettivamente scontate o pagate.

Racconto una mia esperienza personale: acquisto una bella macchina nuova fiammante, tutto contento esco dalla concessionaria, vi sono con me due amici a cui poi pagherò da bere. Arrivo al primo incrocio di buon umore e si avvicina minaccioso un lavavetri, straccio laido ed acqua nera nel secchio. A questo punto grido "NO, NO !!! LA MACCHINA E' PULITA, NOOOO !!!" facendo ampi e decisi gesti di diniego con le mani ma lui ghignando e fingendo di non capire, imperterrito, sbatte lo straccio sul parabrezza e m'insozza la vettura. Alla richiesta di denaro rifiuto, già molto contrariato e lui mi molla un calcio contro il parafango. Al che scendo, irritatissimo mentre scatta il verde, tra clackson strombazzanti e macchine che glissano me e la mia vettura. Ebbene, i miei amici mi fermano a viva forza quando il lavavetri, probabilmente arabo, inizia ad insultarmi: un bel cazzotto sui denti gli sarebbe stato davvero bene ed il mio umore era variato al punto giusto per donarglielo con gioia. Purtroppo per me e per fortuna sua, sebbene io sia fisicamente molto convincente i miei due amici erano muscolarmente più sovradimensionati di me.

Ordinanza meritoria di lode, quindi, quella di impedire ai lavavetri il loro operato ma chiediamoci quanto essa sia efficace visto che buona parte dei giudici amano sbattere in galera gli innocenti e lasciar libero chi commette dei reati. Bisognerebbe invece prendere a costoro le impronte digitali e cacciarli immediatamente dal paese ed in caso di ritorno invece di notificare loro il foglio di via li si metta dopo dieci minuti sul primo barcone e li si rimorchi in mezzo al Mediterraneo con benzina sufficiente per arrivare da dove sono venuti.

Inoltre sarebbe bene aggiungere nel provvedimento anche una norma che elimini una volta per tutte la cattiva abitudine nel chiedere con le stesse modalità la questua o di importunare i villeggianti con ossessivi ed insistenti tentativi di vendere oggetti, vestiti e fiori.

L'operato degli ambulanti abusivi/questuanti/lavavetri non solo crea ovvie frizioni con le persone le quali, a ragione, si sentono aggredite in ogni dove ma anche ingorghi del traffico e danni alle attività che operano nei paraggi, i gestori delle quali pagano regolarmente profumatissime tasse e vedono il degrado allontanare la clientela.

Etichette:

5 Comments:

Blogger Massimo ha detto...

Sicuramente sono dei poveracci (anche se ormai vedo solo zingare agli incroci) ma è altrettanto indubbio che non dovrebbero essere tollerati simili disturbi della cittadinanza. Ma sono agli incroci (e non solo) perchè c'è una politica "dell'accoglienza" che invita questi diseredati a venire in Italia. Ed è inutile che un sindaco comunista prenda un provvedimento repressivo, quando continua a sostenere un governo che agisce esattamente per importare in Italia milioni di individui simili. Quella di Domenici è una grandissima ipocrisia, a meno che non abbia già presentato le dimissioni dai comunisti per aderire alla Lega ... :-D

mercoledì, 29 agosto, 2007  
Blogger Jetset (Master) ha detto...

Io non sarei tanto indulgente con coloro che escono dalla normale attività lavorativa, in Italia le richieste per un onesto lavoro si sprecano e molte fabbriche del Nord Est fanno i salti mortali per cercare immigrati ai quali assegnare un'occupazione. Come mai invece essi preferiscono il lavoro di "lavavetri"? Mmmmmh, mi sembra che usare la parola "poveracci" sia un pò pietistica. Da come scompaiono non appena intravedono una volante della polizia mi fa pensare che o non abbiano il permesso di soggiorno oppure siano lavavetri part-time, di giorno puliscono i vetri e di notte i portafogli (o spacciano droga).

mercoledì, 29 agosto, 2007  
Blogger Jetset (Master) ha detto...

P.S: mi sembra che tu stia diventando troppo buonista. Quando potrò ammirarti ad una manifestazione di Rifondazione con la bandiera della Pace in mano? HAHAHA !!!

mercoledì, 29 agosto, 2007  
Blogger Jetset (Master) ha detto...

Caspita, oggi ho letto che anche Paolo Cento è andato a fare il lavavetri per protesta. Vedo con piacere che vi sono persone che finalmente capiscono quale sia la loro effettiva vocazione...

giovedì, 30 agosto, 2007  
Blogger Massimo ha detto...

Buonista ? Il contrario: io non li avrei neppure fatti entrare in Italia ... le manifestazioni di Riforndazione possono aspettare ... :-)

venerdì, 31 agosto, 2007  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home