Libere Risonanze: Alitaglia

22 marzo, 2008

Alitaglia

Ci vuole poco a prevedere gli assurdi argomenti del centrosinistra contro Berlusconi: nel mio precedente post avevo affermato che, se Berlusconi avesse avanzato una qualunque proposta, magari facendo intervenire direttamente nella trattativa i suoi figli in qualità di finanziatori di un piano di recupero che eviti il più possibile i licenziamenti, la sinistra avrebbe attaccato con la solfa del conflitto d'interessi.

Così è stato.

Alla sinistra non importa nulla del personale Alitalia e di far licenziare migliaia di persone: pur di non dare appoggio al centrodestra (che sta facendo ora anche ciò che sarebbe compito della sinistra, ovvero salvare più posti di lavoro possibili) essa consente ad Air France di umiliare la nostra compagnia di bandiera e cacciare a casa 2.100 (duemilacento!) operatori del settore, rovinando tra l'altro Malpensa che anch'essa dovrebbe licenziare. Perfino i sindacati si sono detti disponibili a valutare il piano di Berlusconi: la sinistra no, ha fretta di concludere la trattativa perché sa che se Berlusconi ce la facesse e salvasse posti di lavoro senza svalutare troppo Alitalia in campagna elettorale segnerebbe una goleada.
Pertanto la sinistra preferisce svendere frettolosamente e permettere i licenziamenti piuttosto che dare una mano al suo avversario per il bene del personale della nostra compagnìa di bandiera.

Ecco come la sinistra tiene ai ceti deboli ed ecco come intende le larghe intese: e pensare che vi sono ancora degli illusi (in particolare ne La Destra) i quali affermano che il centrodestra dopo le elezioni convergerà verso una collaborazione con il centrosinistra! Convinzione ridicola e di miserabile fattura.

Un'ultima precisazione: Bersani ed alcuni leaders del PD hanno ultimamente detto che "Berlusconi ha avuto due anni per organizzare la cordata".
Ebbene, a me risulta che l'offerta avanzata da Air France sia stata formalizzata solamente la settimana scorsa perché prima non si sapeva nulla né delle intenzioni di acquisto in sé, né del piano di riassetto di Alitalia, vi erano solo voci da cortile.

Quindi l'affermazione di Bersani è pura ipocrisia, visto che non si può rifiutare od accettare un piano ristrutturativo finché non se ne conoscono sia le parti economiche che quelle d'impatto sociale. Come avrebbe fatto Berlusconi a creare una cordata migliorativa rispetto all'offerta di Air France senza conoscere i piani dell'offerta stessa? Divulgare una fesseria simile sarebbe come pretendere, ad esempio, nel caso voleste vendere la Vostra automobile e metteste un annuncio sul giornale, che prima di conoscere l'offerta del compratore Voi gli chiudeste la porta in faccia. Assurdo!

Il PD, evidentemente con il fiato grosso, o sta perdendo la testa o rilascia affermazioni cretine di per sé, il che non mi sorprende visto che lo spazio per gente capace e razionale nel Partito Democratico è del tutto inesistente. O forse entrambe le cose, considerando come questi incapaci hanno gestito l'Italia per quasi due anni.

Etichette:

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home