Libere Risonanze: L'invasione degli ultraclandestini

29 luglio, 2008

L'invasione degli ultraclandestini

Oggi si è avuta la netta prova di che razza di nefandezza sia la sinistra: a Napoli, in seguito al rogo di un edificio occupato abusivamente, gli occupanti clandestini (gli stessi che con ogni probabilità lo hanno causato) hanno dovuto sgomberare e si sono insediati nella cattedrale, occupandola a sua volta.

La polizia è intervenuta per farli spostare ma gli abusivi (tutti africani ed extracomunitari) hanno prima resistito alle nostre forze dell'ordine, poi hanno reagito, aggredendole. Ovviamente a sostenere i clandestini vi erano noglobal e comunisti.

In seguito, gli immigrati si sono detti "disposti a trovare una soluzione purché non venissero identificati", dettando di fatto le loro condizioni. Delirante è poi stato il commento dell'assessore di Rifondazione Comunista Giulio Riccio, che ha dichiarato: "Gli immigrati, che oggi hanno occupato pacificamente il Duomo per chiedere di avere, per un loro diritto, un alloggio dignitoso, sono stati aggrediti e selvaggiamente pestati dalla polizia all'interno della cattedrale. Ad essere testimoni del pestaggio, oltre ai passanti, vi sono anche i giornalisti. Questi fatti verranno confermati dai referti medici. Vanno subito individuati e puniti i responsabili".

Sì, signori, avete capito bene, non c'é bisogno che vi strofiniate gli occhi: i clandestini avrebbero occupato "PACIFICAMENTE" il Duomo e vogliono un alloggio "PER DIRITTO".
Evito di commentare perché certi personaggi politici mi fanno andare in bestia.

Ebbene, il sindaco Jervolino, altro buon personaggio (vogliamo ricordare i rifiuti?) invece di firmare un'ordinanza di cacciata immediata dall'Italia a pedate nel sedere ha trovato la brillante soluzione: udite udite, agli immigrati irregolari verrà messa a disposizione una dimora a Scampìa, ovviamente dopo averla sistemata a dovere. Chissà come ne saranno entusiasti gli abitanti a cui si aggiunge anche dalla beffa che il tutto sarà a spese del comune, ovvero dei cittadini napoletani.
E poi c'é chi ha il coraggio di affermare che i comuni, poveracci, senza l'ICI non tirano avanti...

A questo punto mi chiedo quando in Italia inizierà a dilagare il nazismo, perché è un dato di fatto che continuando di questo passo prima o poi esso prenderà il sopravvento a valanga: i giustizieri delle molotov sono il primo segno di questa esasperazione.

Etichette:

1 Comments:

Anonymous Lontana ha detto...

Ma che roba!!!!!!

Ciao Jet!

martedì, 29 luglio, 2008  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home