Libere Risonanze: L'isola dei sinistrosi

26 novembre, 2008

L'isola dei sinistrosi

Dio mio, la sinistra è davvero messa male.
Avevano visto di tutto e di più ma i comunisti non perdono occasione per abbassare sempre di più l'asticella del ridicolo per farsi compatire.
Prendiamo spunto dall'ultimo show di Luxuria che ha vinto il reality "L'Isola dei Famosi".
Premetto che a parte le idee politiche, non ho nulla contro Luxuria, magari è una brava persona. D'altro canto non sono nemmeno prevenuto sulla partecipazione in politica di personaggi dello spettacolo e dello sport, perché far parte di quel mondo certo non esclude che si possa essere capaci di eccellere anche in altri campi. Reagan in fondo fu un attorucolo di serie B, Schwarzenegger fu prima un culturista poi a sua volta un attore. Anche in Italia abbiamo esempi lampanti: a parte Cicciolina che proprio in parlamento ci stava come un rinoceronte al Polo Nord e che non spiaccicava un'idea sensata neanche a pregare i santi, in passato sono stati eletti i vari Rivera, Carfagna, Luxuria etc...
Se si pensa poi che in parlamento c'é finito anche Casarini, proprorzionalmente a Luxuria c'é da fare un monumento.
Detto ciò passiamo alle note dolenti, ovvero ai criteri di scelta dei candidati alle prossime europee: vista la vittoria di Vladimir all'isola, molti a sinistra hanno pensato subito di candidarla alle Europee cercando di cavalcare l'onda lunga del gossip, come se l'affermazione in un reality televisivo fosse equiparabile ad una rappresentanza nelle istituzioni.
Se Luxuria non avesse vinto l'isola, infatti, nessuno si sarebbe curato di lui/lei.
I giornali di sinistra, tra l'altro, sono così a terra e senza prospettive che oggi hanno dedicato pagine e pagine alla "trionfale vittoria" di Guadagno, alcuni paragonandolo spericolatamente perfino ad Obama. Beh, per un partito il quale afferma che Gesù Cristo fu il primo comunista della storia, un'equivalenza simile è più che scontata.
Ma si sa, in questi tempi in cui il popolo italiano della sinistra non vuole saperne manco per regalo, far passare una vittoria ad un gioco televisivo come una rivincita politica è l'unica soddisfazione che i comunisti possono annoverare dopo i disastri elettorali, le lotte intestine, le polemiche infinite, le figuracce di Alitalia e della vigilanza RAI ed infine lo sfascio delle giunte Del Turco e Soru.
Mi aspetto che tra un pò i candidati premier della sinistra vengano scelti con rigido criterio meritocratico: che vince ad Affari Tuoi e si dichiara di sinistra accede alle primarie senza passare per il Via!

Etichette:

1 Comments:

Blogger Angelo D'Amore ha detto...

in italia si e' sempre dichiarato in modo arrogante che la cultura sta a sinistra.
siccome la nostra cultura, il nostro costume e' anche caratterizzato in questo momento da programmi come quello della ventura, e' giusto che il/la luxuria ne sia l'interprete massimo, l'epressione subliminale.

mercoledì, 26 novembre, 2008  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home