Libere Risonanze: Sragionamenti per assurdo

21 novembre, 2008

Sragionamenti per assurdo

Oggi sono rientrato a casa ed ho avuto la temerarietà di accendere la televisione: non l'avessi mai fatto!
C'era Veltroni che pronunciava un'altra delle sue fesserie. A proposito di Villari, per giunta.
Il nostro caro Villari di fede PD, appena eletto regolarmente con un voto trasversale alla commissione di vigilanza RAI ed uomo, ricordiamolo, di opposizione, avrebbe dovuto secondo Veltroni lasciare il suo incarico per far posto ad un successore, Zavoli, gradito al PD ed anch'egli non inviso alla maggioranza.
Le parole di Veltroni sono state più o meno queste: "abbiamo fatto di tutto per convincerlo a lasciare, ma non vuole sentire ragione (eh, come piace ai sinistri la poltrona, N.D.R.). E' una vicenda paradossale, a questo punto il problema è tutto del governo".
Ecco la macchietta quotidiana. Al governo, che vada alla vigilanza RAI Villari o Zavoli non importa nulla. Berlusconi si è espresso solo per fare un piacere a Veltroni che scalpitava. In verità alla maggioranza importa così poco di chi occupi lo scranno della presidenza della commissione di vigilanza, che al centrodestra va bene sia Villari, avendolo eletto, che Zavoli, essendo pronto a votarlo in caso di abbandono del primo.
Ma perché mai il centrodestra dovrebbe sconfessare chi ha eletto anche con i suoi voti e soprattutto, perché mai dovrebbe essere un problema dell'esecutivo la nomina dell'uno o dell'altro? Semmai il problema è tutto della sinistra, che deve lavare in casa i suoi panni sporchi e mettere ordine tra i suoi senatori golpisti. Al centrodestra in verità Villari va benissimo, se gli è stato chiesto di lasciare è stato solamente perché Veltroni ed il PD stanno frignando come bimbi capricciosi che hanno rotto con le loro mani i propri giocattoli.
Affermare come fa Veltroni una stupidaggine del genere, equivarrebbe come titolo di paragone ad un automobilista ubriaco che una volta sfasciata la sua vettura contro un platano, all'arrivo della polizia stradale si rivolgesse all'agente e gli dicesse "io ho fatto il possibile per evitare l'albero, ora sono tutti cazzi tuoi"!
Ebbene, la dose di idiozia politica giornaliera è stata raggiunta, come al solito ascoltando esponenti della sinistra. Ho spento la televisione, altre dichiarazioni stupide mi avrebbero fatto superare il livello massimo di tolleranza che, nel mio caso, è pari a 0,5 g/l.

Etichette:

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home