Libere Risonanze: Discriminazioni al contario

11 gennaio, 2009

Discriminazioni al contario

Sono andato a rifare il passaporto: lo Stato mi ha succhiato 100€ (40,99 di marca da bollo e bollettino da 45,62€, più due foto tessera).
Rifaccio la carta d'identità per mio padre perché scaduta: costo €5,42 più tre foto tessera.
Alcuni mesi fa ho rifatto la carta d'identità per me, perché l'avevo persa: €10,59.
Tempo fa mi scadette la patente di guida: altro denaro speso (non ricordo piùì quanto ma comunque una bella cifretta).
Vabbé, non faccio storie, è giusto pagare un servizio ai cittadini.
Ora la Lega vuole introdurre la tassa più sacrosanta che vi sia al mondo: quella del permesso di soggiorno. Le amministrazioi pubbliche, infatti, lavorano per poter consentire all'immigrato extracomunitario di entrare nel nostro paese. Ricordo che una tassa simile è già in vigore in moltissimi paesi del mondo che anzi, fanno pagare profumatamente l'ingresso nel proprio territorio. Addirittura molti paesi fanno pagare non solo la tassa d'ingresso e di soggiorno ma anche quella per uscire. Qui per una miseria di 50€ si scatena la polemica, apriti cielo.
Ebbene, le considerazioni sono queste.
In primis l'immigrato che non dispone di 50€ per entrare non dovrebbe essere messo in grado di introdurre nemmeno la falange di un alluce nel nostro paese, perché ciò significa che non può mantenersi e che quindi una volta dentro si darà alla delinquenza o cadrà nelle mani di organizzazioni malavitose che lo sfrutteranno come uno schiavo (o peggio, gli faranno fare lavori sporchi ai danni dei cittadini onesti).
Secondo: credo che il fatto che l'essere noi a pagare le scartoffie degli immigrati sia una vera e propria ingiustizia, da rettificare immediatamente. Nel nostro paese chi vuole una cosa deve potersela pagare e NON gravare sulle spalle dei cittadini del paese ospitante. Vi sono vecchietti a cui danno una social card per una miseria di da 40€ al mese per poter tirare avanti. Non è molto ma aiuta. Gli extracomunitari invece entrano ed escono senza problemi, hanno braccia forti per lavorare ma non pagano un cazzo e si pretende pure che continuino così, a gravare sulle spalle di quel vecchietto. E' una schifezza!
Terzo, rivendico un razzismo de facto perpetrato dallo Stato Italiano nei confronti dei cittadini italiani, i quali faticosamente devono pagarsi tutto mentre belli come il sole gli extracomunitari sfruttano un permesso di soggiorno pagato da noi. Altroché razzismo, è ora di farli giustamente pagare, e 50€ sono anche troppo pochi!
Quarto: a chi, come Fini che sembra aver perso definitivamente il lume della ragione, difende questo privilegio, si imponga di pagare le tasse relative al permesso di soggiorno che invece spetterebbero agli extracomunitari. Vediamo se poi fanno tanto i generosi, invece di andare a far snokeling in Sardegna. Prima il voto agli immigrati, adesso la difesa dei loro privilegi. Quest'uomo davvero dovrebbe essere cacciato immediatamente dal PDL, sta meglio tra le file dei pidiessini. Che schifo.
Quinto: a chi accusa la Lega di razzismo io sputo in faccia perché qui il razzismo è al contrario. Il PDL farebbe meglio a fare ammenda al più presto ed a seguire la Lega su questa strada, perché la gente ne ha le palle piene di queste stronzate del razzismo e perché come ha dato il voto a Berlusconi lo può levare con altrettanta rapidità.
SIAMO STUFI DI IMMIGRATI CHE MANGIANO CON I SACRIFICI DEGLI ITALIANI!
BRAVA LEGA, SIAMO CON TE!

Etichette:

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home