Libere Risonanze: A che gioco giochiamo?

29 maggio, 2009

A che gioco giochiamo?

Dopo tutte le sfuriate dei giorni scorsi a proposito delle vicende pseudogiudiziarie di Berlusconi, della sua separazione con la moglie, delle false illazioni di pedofilia attribuite al premier e delle uscite in perigliosi oceani fatti di domande pretestuose ed insensate sul fatto che gli italiani non dovrebbero far educare i propri figli dal Cavaliere, oggi Franceschini riparte come se nulla fosse accaduto. Anzi, si mostra benevolo.
Nei giorni scorsi, sordo a tutti coloro che gli ripetevano che un atteggiamento simile avrebbe danneggiato solo lui ed il suo partito, Franceschini vomitava fiele su qualunque parola e qualunque azione detta o perpetrata dal Presidente del Consiglio, inclusi i suoi rapporti con i figli.
Berlusconi è il Demonio, ma non un demonio qualsiasi, bensì quello precipitato negli inferi da Dio ed incastratosi per effetto del ritrarsi della Terra nel buco dantesco che si formò sotto Gerusalemme. Insomma, proprio quel demonio lì, che faceva di Bruto, Cassio e Giuda i suoi Vigorsol.
Berlusconi solo ieri era così biasimato che non lo si poteva toccare nemmeno con un bastone (se non per spaccarglielo in testa). Un personaggio che puzza di pedofilia, che tradisce la moglie, che ruba, corrompe ed imbavaglia cos'é, se non il Demonio?
Così, in una facinorosa crociata personale, Franceschini, urlando come Savonarola nei confronti della grande maggioranza di italiani che lo ascoltava attonita, marchiava a fuoco il Cavaliere con il simbolo dell'infamia: con uno così non vado a prendere nemmeno un caffé e come per la Medusa non lo guardo neanche negli occhi, non si sa mai cosa può escogitare contro gli onesti come me.
Oggi ci si sveglia e si leggono le notizie su Televideo: Franceschini è pronto a collaborare con Berlusconi per fare le riforme!
Sono saltato sulla poltrona. Ma come? Uno che fino ad ieri era il Demonio in persona, che non era credibile nemmeno per una barzelletta, che era un fanatico, un dittatore, un traditore, un fedifrago, un pedofilo, un corruttore, un ladro e magari anche un assassino...ora viene considerato un interlocutore per fare le riforme? SVEGLIATEMI!
Scusate ma qualcosa non torna.
Dopo aver riletto per tre volte la notizia a cui non volevo credere, a mente fredda ho concluso che:
O Franceschini aveva bevuto troppi caffé nei giorni scorsi(ma di quelli belli forti) oppure oggi ha preso un tubetto di Valium (magari se l'é fatto consigliare da Prodi).
Non voglio pensare e credere che Franceschini sia schizofrenico o magari abbia assunto qualche sostanza allucinogena, però suo il comportamento quantomeno mi sconcerta e mi insospettisce: personalmente comunuqe (anche se ammetto che mi piacerebbe) non seguo gli schemi mentali dei sinistri, che di un'ipotesi e senza prove fanno una certezza. Pertanto non credo nell'ipotesi dell'allucinazione da stupefcente.
O forse...forse che Franceschini abbia letto gli ultimi sondaggi dopo le sue performances al vetriolo ed abbia capito che a causa di esse il PD se ne sta ancora più nei liquami con l'acqua alla gola? Probabile.
Oppure...che abbia ragione il mio caro amico Gianni quando dice che Franceschini è un grande politico, furbo, abile, integerrimo, intelligente, da sempre moderato nei toni e nei pensieri? Lui dice che è un uomo da ammirare, a cui affidare i nostri figli.
Dimenticavo: domenica esorcizzano il mio amico Gianni.

Etichette:

2 Comments:

Blogger Nessie ha detto...

"O forse...forse che Franceschini abbia letto gli ultimi sondaggi dopo le sue performances al vetriolo ed abbia capito che a causa di esse il PD se ne sta ancora più nei liquami con l'acqua alla gola?".
Sì, è senz'altro così. La sparata di Franceschini gli procurerà come minimo 10 punti in meno. Hai notato gli altri sinistri del Pd, Rutelli, Veltroni, Fassino e l'Ulema, come sono stati defilati e come non lo abbiano difeso?

venerdì, 29 maggio, 2009  
Blogger Jetset - Libere Risonanze ha detto...

Carissima Nessie, ti rispondo nel post del 30/05/09.

sabato, 30 maggio, 2009  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home