Libere Risonanze: Dietrologia di un tarocco

26 maggio, 2009

Dietrologia di un tarocco

In politica vi sono poche cose davvero divertenti a parte quando si parla con i sinistri e si scopre che per quanto la vita possa andar male c'é chi è messo veramente peggio.

Oggi vorrei focalizzare l'attenzione su una delle più frequenti peculiarità di stampo sinistroide, ovvero il ricorrere alla dietrologia da tarocco per riempire una profonda miseria intellettuale ed una pochezza politica fuori dal comune.

L'argomento di cui sto parlando è la continua e pervicace abitudine dei sinistri di insinuare ciò che a loro più garba tramite una difesa che ha a dir poco del patetico: il presunto taroccamento delle immagini, delle notizie e degli avvenimenti.
Ovviamente i "tarocchi" sono sempre tutti quanti opera della parte avversa mentre tutto ciò che si vede, si percepisce, si fantastica o si lascia intendere in casa sinistra è da considerarsi più vera della sfericità terrestre. Nessun sinistro, per intenderci, metterà mai in dubbio l'autenticità delle foto delle torture che provengono da Guantanamo.

Ci imbattiamo quindi sovente in personaggi che gridano ai quattro venti che l'uomo non è mai andato sulla Luna (perché sulla Luna sono andati gli americani e non i sovietici), che sparano favole di complotti, che diffondono il credo che le torri gemelle siano state abbattute dalla CIA anziché da Al Queida. Addirittura quando non sanno come difendersi dall'evidenza sono così presi dal loro delirio da diffondere notizie di modalità diverse concernenti lo stesso complotto: per esempio si sente dire che alla guida degli aerei schiantatisi contro le Twin Towers c'erano funzionari della CIA (che ovviamente per uno stipendio governativo sono entusiasti di ammazzarsi), che le torri erano state preventivamente minate quindi fatte esplodere e che (questa è la più ridicola) gli aerei non si sarebbero in realtà abbattuti sulle torri ma che le riprese sarebbero state un tarocco: i jet si sarebbero schiantati altrove e le torri fatte saltare in aria, poi un'abile regìa avrebbe messo insieme le immagini. Costoro credono con demenziale entusiasmo a tutte e tre le versioni, non accorgendosi neppure che la cosa non sta in piedi perché esse sono mutuamente esclusive.

Insomma, sono così infervorati nella loro ipocrisia che sovente finiscono per credere alle loro stesse balle, quelle alla Grillo, per intenderci.

Non fa eccezione il "caso" Noemi: le foto di Berlusconi che brinda con i cuochi ed il personale sono state "ovviamente" taroccate, mica si può perdere un'occasione simile per far capire quanto si è imbecilli.

La cosa impressionante è la schizofrenia del popolo della sinistra e dei suoi giornali che continuano a sostenere tesi del tutto inventate quando sia i cuochi, sia i camerieri, sia gli avventori della festa, sia i genitori di Noemi hanno confermato in toto la versione di Berlusconi.
Certo i dietrologi diranno che Berlusconi ha pagato tutti quanti per tacere e che si è trattato di un festino alla Eyes Wide Shut: sicuramente lo immaginano già con maschera lo scettro mentre costringe vergini nude ad inginocchiarsi ed avere rapporti intimi promiscui.

Ciò che invece dispiace assai è che Franceschini ed i suoi seguaci abbiano leso ed insozzato l'immagine pulita di una ragazza di 18 anni compiendo uno vero e proprio stupro mediatico per i propri laidi scopi elettorali: cosa direste voi se qualcuno si mettesse urbi et orbi ad infangare la persona di vostra figlia sui quotidiani nazionali dandole della zoccola?

Mi piacerebbe chiudere Franceschini in una stanza insieme al padre di Noemi: poi vedremmo con quali connotati si presenterebbe alle elezioni...

Etichette:

3 Comments:

Blogger Polìscor ha detto...

Hai dimenticato il delirio del girotondino Pancho (ma che bel nome, sarà amico di Conchita? Cristo, li fanno con lo stampino...) Pardi e dell'intervista "taroccata" alla CNN...

http://tinyurl.com/pmrvha

Quando stamattina ho letto l'articolo, non volevo crederci: eppure, è tutto vero. :-D

martedì, 26 maggio, 2009  
Blogger Jetset - Libere Risonanze ha detto...

Commento di Poliscor:

Hai dimenticato il delirio del girotondino Pancho (ma che bel nome, sarà amico di Conchita? Cristo, li fanno con lo stampino...) Pardi e dell'intervista "taroccata" alla CNN...

http://www.corriere.it/politica/09_maggio_26
/pardi_taroccata_berlusconi_intervista_cnn_9c8785c8-49dc-
11de-8785-00144f02aabc.shtml

Quando stamattina ho letto l'articolo, non volevo crederci: eppure, è tutto vero. :-D


Commento di Jetset:

Scusami Poliscor per non aver potuto pubblicare direttamente il tuo articolo ma non posso farlo perché ho vietato agli utenti link di inserire pagine web sconosciute.

Non volermene ma mi è capitato che qualche sinistro annidasse dialers autoinstallanti nelle pagine web dal lui appositamente create in modo che tutti quelli che cliccavano si prendessero un virus informatico.

Da allora ho vietato espressamente all'utenza sconosciuta inserimenti di link che puntassero a siti "non ufficiali" ed a malincuore, come per Jean Lafitte sono costretto a cassare anche il tuo intervento.

Ma siccome ho visto che il link alla fine portava ad un articolo del corriere della sera ho deciso di copiare pari pari il tuo commento inserendo il link diretto.

Spero che tu mi capisca ma ho appena finito di spiegarlo a quel comunista di Lafitte che se l'é presa un bel pò. Ovviamente quel poveretto non ha capito niente (cercar di fare ragionare un sinistro è come chiedere ad una pietra di dare un esame di meccanica razionale) e perciò ritiene che io lo tema sottraendomi al confronto.

Sicuro che invece tu capirai con il garbo e l'educazione che ti contraddistingue a differenza della rabbiosa reazione di Lafitte che prospettava addirittura la ghigliottina ;-) ti saluto e ti invito, se vuoi, a far parte dello staff di Libere Risonanze.

Con simpatia.

jetset

mercoledì, 27 maggio, 2009  
Blogger Jetset - Libere Risonanze ha detto...

Vabbé dai, ho fatto uno strappo alla regola e l'ho pubblicato perché il tuo commento era troppo bello.

E poi lo pubblico per far incazzare quel pirla di Lafitte, un comunista drogato che scrive fregnacce, mi sfida ad interminabili ed improduttivi confronti verbali, ventila la ghigliottina ed offende come un unno.

Ovviamente costui viene amorevolmente segato senza pietà dal sottoscritto.

giovedì, 28 maggio, 2009  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home