Libere Risonanze: A muso duro!

01 settembre, 2009

A muso duro!

Ora basta, ci siamo stancati.

Finalmente il Governo della Repubblica Italiana di cui VADO FIERO risponde a muso duro alle blasfeme ed ingiuste critiche di cui un'Europa perniciosa e traditrice si fa portavoce ogni volta che l'Italia respinge clandestini diretti illegalmente sul suo territorio.

L'articolo è chiaro:
http://quotidianonet.ilsole24ore.com/2009/09/01/225462-berlusconi_alza_voce.shtml

Berlusconi alza la voce e, forte dell'appoggio della stragrande maggioranza dei cittadini, avverte l'Europa: se non smetterete di far sì che i commissari europei latrino come cani sciolti ogni volta che il nostro paese riporta i clandestini da dove sono venuti, l'Italia bloccherà DI FATTO il Consiglio Europeo.

Mai avrei sperato in una presa di posizione tanto netta e forte, neppure da parte di Berlusconi che, come noto, cerca spesso l'accomodamento anziché lo scontro frontale.
E devo dire che questo nuovo ruolo del Presidente del Consiglio mi piace assai. Berlusconi ha dato ascolto alla gente, alle lamentele, alle richieste perfettamente motivate e circostanziate che il popolo italiano gli porge insistentemente.

Ma ciò che mi fa ancora più piacere è il vedere che il nostro paese, dopo anni di imposizioni, di ricatti e di umiliazioni da parte dell'Europa a danno dei nostri cittadini, ha finalmente alzato la testa ed ha preso non la pistola ma il cannone.

Un'Europa che chiede solo sacrifici e che non dà nulla quando un popolo si trova in difficoltà è un'istituzione inutile, costosa e per quel popolo, dannosa.

Dopo anni ed anni di inchini da parte di un Prodi che si genufletteva ridacchiando bonariamente nei confronti di Francia e Germania e che ha costretto Berlusconi a piegarsi a Gheddafi per risolvere il problema sbarchi, l'Europa, prima corresponsabile della difficile situazione creata dai numerosi clandestini in circolazione nel nostro paese, per mezzo dei suoi commissari si permette anche il lusso e la sfacciataggine di criticare il nostro operato.

Insomma, dopo averci lasciati soli ci condanna perché a mali estremi dobbiamo opporre estremi rimedi e perché non intendiamo diventare il ricettacolo dei delinquenti di tutto il mondo.

Così è stato finora, a causa a primi ministri senza colonna vertebrale ed ad una sinistra debosciata che vorrebbe svendere la sicurezza degli italiani pur di contrastare il governo.

Ma ora la barzelletta-Italia è finita. E' tempo di iniziare la guerra.

Etichette:

1 Comments:

Blogger luca ha detto...

La guerra pare sia già iniziata. Per chi grida allo scandalo a proposito dell'affaire Boffo- Feltri o di quello del delitto di lesa maestà europea da parte degli italiani, per tutti quelli che erano convinti di poter continuare a fare i loro porci comodi sono in arrivo tempi duri. Approvo tutto quello che hai scritto, bravo.

venerdì, 04 settembre, 2009  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home