Libere Risonanze: Guzzanti et Guzzanti

10 maggio, 2010

Guzzanti et Guzzanti

Oggi capito casualmente sul blog di Paolo Guzzanti, dico casualmente perché putroppo credevo di aver cancellato il suo link ma uno sbadato e malandrino uso del mouse mi ha condotto ugualmente al suo sito.

Ebbene, si legge un bel titolone:

"Complimenti Sabina, con il demenziale spot di Sandro Bondi Draquila avrà ancora più successo".
Capito, è demenziale lo "spot" di Bondi che giustamente si è incazzato e si vergogna di promuovere l'ennesimo inutile strale lanciato contro il nemico numero uno che è Berlusconi. E' più forte di loro, ma di questa immondizia meglio nemmeno scrivere. La cosa che più mi nausea, però, è che Guzzanti Sr. sia stato eletto proprio con i voti di Berlusconi ed invece di dimettersi rimane attaccato al suo scranno. Ah, coerenza italica!

Si legge altresì:
"Per motivi di pudore familiare avevo deciso di non parlarne, ma non posso tacere".
Grande performance. Come al solito Guzzanti decideva di non parlarne, ma poi ne parla eccome, esattamente come quando scoppiò la vicenda Guzzanti Jr. VS Carfagna in cui Guzzanti Sr. diede un'altra grande prova di coerenza. Non tiratemi in mezzo, non tiratemi in mezzo, ma sì, già che ci sono ne parlo! E giù con articoli su articoli.

Fantastico, questo personaggio, ma l'Italia è anche questa...

Etichette:

3 Comments:

Blogger Nessie ha detto...

Nello stesso post da te citato, questo gentiluomo "attaccato allo scranno" (anzi incollato) definisce il povero Bondi "un pezzo di merda". Ora d'accordo, Bondi poveraccio non sarà una cima, ma nemmeno merita insulti da trivio di questo calibro. Fossi in lui lo querelerei. Guzzanti è solo uno squinternato di sinistra che è andato a destra per mera convenienza. Berlusconi dovrebbe stare un po' più attento a coltivarsi certe serpi in seno.

domenica, 16 maggio, 2010  
Blogger Jetset - Libere Risonanze ha detto...

Ma hai visto il video che ha fatto munito di colbacco in cui "saluta dalla Russia"? Che pena.

lunedì, 17 maggio, 2010  
Blogger Angelo D'Amore ha detto...

lasciamo perdere la guzzanti. le facciamo solo publicita' gratuita.
alla gente interessano altre cose.
la crisi mai ammessa, e' alle porte. l'ottimismo, ahime', non e' bastato.
a breve, si verseranno lacrime e sangue e non si sa neanche se il salasso bastera' a fermare la marea.

martedì, 18 maggio, 2010  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home