Libere Risonanze: Date, fedeli, date!

05 giugno, 2008

Date, fedeli, date!

Il Papa ha sempre ragione per definizione, é un assioma, un postulato, un dogma perché qualunque cosa dica essa è ispirata da Dio e ciò che dice il Sommo non si può contraddire.

E che caspita, Lui è il Suo vicario, il Suo portavoce: con un capo del genere mica ci si aspetta che Benedetto XVI dica stupidaggini, altroché quel poveraccio di Bonaiuti che è costretto a trascrivere le parole di Berlusconi, questo sì è uno che prende del posto!

Grazie al Verbo del Papa (che spesso coincide con quello dei comunisti - lo hanno detto anche loro che Cristo fu il primo comunista, no?) abbiamo appreso che in Italia le porte all'immigrazione dovrebbero essere aperte a tutti; esattamente come ci dice l'Europa, forse Dio è europeista e le famose "Lire di Dio" in realtà sono "Euro di Dio" se non altro visto quanto valgono sul mercato internazionale.

E quindi alé, apriamo le frontiere con caritatevole misericordia, indossiamo un saio e mettiamoci a parlare con il lupo, tanto poi ci penserà la provvidenza ad ammansirlo. E se ci sbrana affronteremo la morte cantando, da bravi osservanti, come fecero i nostri antenati mentre i leoni li pappavano nelle arene.

Questa sì è carità cristiana, questo sì è porgere l'altra guancia - e non solo le guance!

"Cari Fedeli" ci dice il Vicario di Dio, "non abbiate paura di essere derubati, date, date, date tutto ciò che avete e vi sarà restituito in Paradiso con gli interessi, perché Dio è un grande economista, molto più di Tremonti: ed ora scusatemi, sono in ritardo perché devo andare ad attivare gli allarmi delle camere blindate in cui sono custoditi i tesori del Vaticano".

Perfetto. Un discorso coerente, che fila, pragmatico, altissimo, oserei dire troposferico: ma che vi saltano in testa dubbi e congetture? Il Verbo è stato ispirato dall'Assoluto con cui Benedetto parla nighttime.

Date, date, date, che quando vi hanno svuotato la casa non avrete più motivo di temere i ladri.

Lo dico anche alle donne: datela, datela, datela al violentatore entrato nel nostro paese senza un volto ed un'identità, che vi incantona in un angolo buio. Che sono queste omofobìe? Avrà pur diritto anche lui alla sua fetta di felicità ed ad un sano coito, come ogni italiano che si rispetti!

Date, date, date il denaro alle banche vaticane, che sanno bene come fare la carità...

Date, date, date la macchina al balcanico sbronzo, così falcia il prato ai margini delle strade e si risparmiano i soldi dei diserbanti.

Date, date, date i permessi di soggiorno come si dà il verderame, l'integrazione culturale è un dovere, le moschee prolifichino pure, appunto, come moschee, a patto che stiano ad almeno un chilometro dalle chiese. Perché? Boh, però l'ha detto Dio sempre nighttime!

Date, date, date alla società molti, molti bambini perché i bambini sono l'avvenire di un paese. Come? I bambini costano più dei preservativi e non ce la fate a mantenerli? Allora astenetevi dal sesso, magari oltre a sentire le pulsioni più umane volete pure mangiare e dormire, pretenziosi!

Ma stanotte è stato diverso, udite, udite, in sogno una visione di Dio l'ho avuta io:

Egli era su un grande trono, mi guardava con sguardo amorevole. Sentivo in Lui una luce ed una forza dirompente. Gli ho detto "Scusami se ho dubitato di Te ma sai, talvolta l'intelletto che mi hai generosamente dato m'induce a riflettere e so che il Tuo portavoce non ama alcun revisionismo". Ed Egli con voce possente ma che denotava una certa delusione mi ha risposto: "Fa niente, Io cerco di cambiare portavoce mediamente ogni ventina d'anni ma questi o non capiscono o non stanno a sentire". "Comunque" mi dice "sono d'accordo che in Italia si accolgano il più possibile gli extracomunitari: facciamo così, non destinate più l'8 per mille alla Chiesa Cattolica e non devolvete più nemmeno le montagne di soldi che ogni anno le versate grazie al concordato. Inoltre eliminate pure l'esenzione dal pagamento dell'ICI per chiese e proprietà del Vaticano, perché la mia Prima Casa è il Paradiso e perché sono indubbiamente considerabili come edifici di classe A1. Vi chiedo però che tutti i soldi che ricaverete da questa operazione, anziché al Vaticano vengano destinati ai poveri clandestini che non hanno nulla, accoglietene più che potete, vedete voi quello che potete fare. Così sia!".

Stamattina mi sono svegliato ed alla luce di questa nuova Rivelazione sono corso a chiedere udienza in Vaticano.

"Non era Dio, era il Demonio travestito !!!", mi è stato risposto.
Già, come ho fatto a non pensarci prima...

Etichette: ,

1 Comments:

Blogger Nessie ha detto...

Cattivissimo!:-) Ma concordo. E' proprio vero che chi è furbo, non insegna mai agli altri l'arte di farsi furbi. Mi è capitato di vedere una scena incredibile a S. Pietro. Gli ambulanti vu' cumprà che volevano stazionare sul piazzale della Basilisca spediti prontamente indietro dalle guardie svizzere.
Qualche giorno prima l'"Osservatore Romano" aveva tuonato contro il sociologo Francesco Alberoni (che poi è persona moderata) perché sul corsivo del lunedi del Corriere aveva osato scrivere che i vu' cumprà con la loro paccottiglia di pessimo gusto non dovrebbero stazionare davanti alle nostre belle boutiques di made in Italy, tacciandolo quasi di "razzista". E' proprio vero che chi è furbo, la furberia se la tiene per sé e non la insegna.

giovedì, 05 giugno, 2008  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home