Libere Risonanze: Olimpiadi, il terrorismo non conosce amici

05 agosto, 2008

Olimpiadi, il terrorismo non conosce amici

Da sempre la Cina, paese dittatoriale comunista (e quando scrivo "dittatoriale" è poco) sostiene i paesi canaglia che appoggiano e finanziano il terrorismo.

La Cina, mondo a sé avulso dalla civiltà democratica, è la peggiore nazione attualmente rappresenata come membro permanente con diritto di veto alle Nazioni Unite. Di questo, però, i sinistri nostrani sembrano dimenticarsene presi come sono ad abbaiare esclusivamente contro gli Stati Uniti quando mettono a morte un delinquente o quando ampliano una base dell'aviazione.

La Cina è il paese che più degli altri inquina, però glie lo si perdona.
La Cina è il paese il cui governo ti pianta una pallottola in testa se osi dissentire (e ti fa pure pagare la pallottola).
La Cina è il paese in cui le esecuzioni di massa degli oppositori politici sono all'ordine del giorno.
La Cina è il paese dove più si sfrutta la donna, trattata come una schiava e si tollerano gli abusi sessuali sui minori.
La Cina è il paese in cui la libertà di stampa è soffocata e calpestata.
La Cina è il paese in cui le repressioni contro popoli satellite sono furiose e sanguinosissime. Solo Taiwan si è salvata per merito della protezione offerta dagli Stati Uniti.
La Cina è il paese in cui il lavoro è sfruttamento e nessuna norma di prevenzione, assistenza, precauzionale od infortunistica è applicata.
La Cina fa concorrenza ai nostri prodotti infischiandosene alla grande dei colpi bassi nei confronti delle nostre aziende.
La Cina è il paese che esporta più merci pericolose e tossiche al mondo con marchi di garanzia fasulli.
La Cina è il paese che senza alcun ritegno copia i brevetti altrui e vende merci contraffatte.
La Cina è il paese in cui il lavoro minorile è sfruttato più di ogni altra parte al mondo.

Infine la Cina è il paese che da sempre, forte del suo veto all'ONU, blocca quel processo di contrasto al terrorismo ed ai paesi che lo finanziano faticosamente imposto all'ordine del giorno per mano delle nazioni civili, in ambito di quell'inutile organizzazione che sono le Nazioni Unite.

La Cina, però, si trova ora sotto la minaccia degli attentati terroristici ed inizia a tremare per qualcosa che potrebbe succedere e che potrebbe dimostrare al mondo che il suo regime è vulnerabile come qualunque democrazia.

Dio non voglia che i terroristi uccidano persone innocenti, nessuno merita di morire per mano di questi cani sciolti: ma chi gioca e sostiene gli assassini prima o poi con gli assassini dovrà fare i conti.

Ed i conti sono già iniziati con le vicende relative agli ultimi attentati.

Etichette: ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home