Libere Risonanze: Dopo il tramonto, l'Alba

16 dicembre, 2008

Dopo il tramonto, l'Alba

"Vista la condizione comatosa in cui versa il Partito Democratico sono pronta a candidarmi per le prossime elezioni".

Così esordisce Alba Parietti, nota showgirl italiana, ai microfoni di "Klauscondicio". E subito c'é chi storce il naso.

Alba Parietti è una donna intelligente e non vedo perché non dovrebbe tentare l'impresa. Se un personaggio dello spettacolo proviene da un mondo diverso da quello della politica non è detto che esso con l'esperienza non sia in grado di diventare anche un abile Presidente del Consiglio.

A me tutto questo ostracismo nei confronti di chi si guadagna il pane nello spettacolo non piace perché puzza di ghettizzazione. In parlamento sono stati eletti avvocati, industriali, calciatori, attori, trans. Perfino terroristi e pornostar. Alcuni di loro si sono rivelati dei buoni a nulla, altri invece si sono dimostrati essere piuttosto bravi.

C'é chi dice che una velina non possa fare il ministro: sarà, per quanto mi riguarda credo che dipenda dal cervello della velina (e non è detto che sia peggiore di quello di molti politici che calcano la scena da tanti anni).

In fondo i disastri peggiori mica li hanno fatti i personaggi dello spettacolo, no? Il nostro debito pubblico di tre milioni di miliardi delle vecchie lire ci è stato regalato non da una guizzante ragazza-immagine ma da fior di avvocati, notai, laureati e relativi consiglieri i quali, ammuffiti e curvi sul denaro del cittadino, hanno rubato a mani basse tutto ciò che era asportabile dalle casse statali.

Né si può dire che gli stessi politici siano stati abili gestori della cosa pubblica o che si possano reputare onesti e puliti. Almeno chi fa vedere le sue belle gambe non commette alcun reato ma anzi, ci delizia la giornata con un landscape di tutto rispetto. E le gambe o le tette non sono mutuamente esclusive rispetto alle funzionalità cerebrali.

Personalmente non sono abituato a giudicare la gente prima di averla vista all'opera, qualsiasi sia il lavoro (onesto) che svolge e comunque sicuramente la Parietti non sarebbe mai scarsa quanto i politicanti alla Veltroni, che finora hanno massacrato la sinistra italiana, la quale invece avrebbe un gran bisogno di svezzarsi e di maturare.

Etichette: ,

2 Comments:

Blogger Angelo D'Amore ha detto...

la sinistra va in galera e c'e' chi nel mio blog mi da del nazi fascista.

martedì, 16 dicembre, 2008  
Blogger Angelo D'Amore ha detto...

non so perche' ma vedrei di piu' la parietti a destra. donna sanguigna, modello santanche', mussolini, prestigiacomo, la stessa meloni.
mi sbagliero' sicuramente, ma a me la carfagna non piace e non perche' sia stata una valletta. la vedo spenta.
non perche' la politica debba essere strillata ma anche dall'altra parte, quando senti parlare una bonino o una finocchiaro, avverti un certo messaggio, cosa che non provo ascoltando la carfagna.

martedì, 16 dicembre, 2008  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home