Libere Risonanze: Il delicato suono dei cannoni

03 gennaio, 2009

Il delicato suono dei cannoni

Ci siamo. A forza di provocare Israele lanciando missili contro le città, i palestinesi hanno scatenato le ire del paese ebraico.

Per quanto chirurgici, i bombardamenti, si sa, provocano vittime tra le popolazioni civili. Anzi, essendo indefinibile il limite tra terrorista e civile, talvolta inermi civili vengono scambiati per terroristi ed i terroristi per civili.

D'altra parte i terroristi di Hamas giocano proprio su questo fatto: fare in modo che Israele uccida più civili possibili, così da imputare agli ebrei le stragi riprese e ritrasmesse dalle TV internazionali.
E' per questo motivo che Hamas nasconde i guerriglieri nelle città e le armi nelle moschee.

Facendo comunque un discorso più ampio, francamente non vedo dove sia lo scandalo degli effetti collaterali provocati dalle bombe di Tel Aviv, perché se proprio volessimo ragionare in termini di legge del taglione vi sarebbe da dire una cosetta: non è forse vero che i razzi Qassam vengono spediti dai palestinesi sulle città ebraiche NON per colpire obbiettivi militari (ed accidentalmente anche civili) ma proprio per ammazzare bambini, donne e gente inerme? Forse che i terroristi ci pensano su due volte a farsi saltare in un mercato sventrando duecento persone alla volta o a sparare un razzo contro case abitate da gente comune?

Perché Israele dovrebbe avere sempre le mani legate nella lotta contro questi pazzi scatenati? Perché dopo l'11 settembre l'Occidente dovrebbe farsi scrupoli nel combattere a tutto campo i terrroristi solo perché quei vigliacchi si nascondono tra la popolazione? Se la popolazione ha paura e non vuole la guerra, allora smetta di appoggiarli e combatta essa stessa contro i fanatici.

Purtroppo, invece, vorrei ricordare a tutti che Hamas in Palestina ha vinto le elezioni ed è quindi espressione del suo popolo.

Pertanto chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Etichette:

1 Comments:

Blogger Angelo D'Amore ha detto...

d'accordo con quanto scrivi.
anche io ne parlo nel mio blog.

IO STO CON ISRAELE

il mio ultimo post

martedì, 13 gennaio, 2009  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home