Libere Risonanze: Un popolo, un suicidio

15 giugno, 2009

Un popolo, un suicidio

Inutile negarlo: ha vinto l'Impronunciabile.

Ahmadinejad ha stravinto le elezioni iraniane e con la sua riconferma prendono il volo tutte le speranze di un Iran riformista e moderato.

Il popolo ha deciso di suicidarsi e così prima o poi sarà. Alcuni di noi hanno fatto tanto chiasso per un dittatore come Gheddafi che è venuto in Italia ma che sostanzialmente non costituisce un pericolo e ci troviamo a dover affrontare un pazzo democraticamente eletto. Ironia della democrazia...

Ebbene, non sono per niente d'accordo con chi si straccia le vesti per le quattro pacchianate di Gheddafi, da cui tra l'altro otterremo moltissimi vantaggi: il vero pericolo non è la Libia ma quest'uomo, che ha dimostrato in spregio a tutto il buonsenso possibile di optare per la distruzione sua e del suo (in gran parte colpevole) popolo.

E così siamo costretti a preventivare un prossimo conflitto mediorientale in cui l'Iran nucleare sarà il bersaglio se non dei missili americani, sicuramente delle bombe israeliane, perché se non interverrà quell'ameba di Obama che ormai somiglia sempre più al pessimo Carter lo farà Israele, con tutta la potenza e la furia di cui è capace nei momenti difficili.

Spiace moltissimo, però, che quando la guerra arriverà a pagarne le conseguenze siano proprio quei giovani coraggiosi che si ribellano al pazzo di Teheran, dal momento che sotto le bombe ci saranno loro, carni da macello in divisa a cui si chiede di combattere per un'imbecillità collettiva.

Etichette:

1 Comments:

Blogger Tommaso Pellegrino ha detto...

Perfettamente d'accordo con le tue considerazioni sulla sventurata rielezione dell'"impronunciabile".
Rielezione probabilmente ottenuta con brogli ed espedienti vari, benchè ben difficilmente reversibile nonostante la tenacia e lo sprezzo del pericolo dimostrati da chi oggi dimostra nelle piazze per sostenere le ragioni della parte sconfitta.
E dire che c'è chi, professandosi grande cattolico tradizionalista e di destra, si proclama entusiasta di un simile risultato (leggi il blog "tradizionevandeana.blogspot.com).
Tommaso Pellegrino - Torino
www.tommasopellegrino.blogspot.com

sabato, 20 giugno, 2009  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home