Libere Risonanze: Non fate come se foste a casa vostra

02 dicembre, 2009

Non fate come se foste a casa vostra

Come molti altri colleghi di Tocqueville, anch'io ho esultato quando ho appreso i risultati del referendum svizzero. Alcuni sinistri, però, puntualizzano che il referendum è stato ridicolo perché ha messo alla berlina i minareti.

Ebbene, forse costoro non hanno capito o fingono di non capire che il discriminante di fondo del referendum svizzero (o prossimamente quello italiano, speriamo bene) non è da imputarsi alla presenza o meno dei minareti ma al rifiuto di un'invadenza ed aggressività dilaganti. In realtà esso è servito per mandare agli islamici il segnale forte che ne abbiamo le palle piene nel sentirci stranieri a casa nostra, nel veder scorrazzare i clandestini, nel sentirci chiamare razzisti ogni volta che diciamo la verità, nel fare quello che loro vogliono mentre noi dobbiamo star zitti, nello spendere montagne di denaro per rimpatriarli quando giungono qui a centinaia di migliaia.

Siamo stufi marci di vedere che le nostre tradizioni vengono demolite per far posto a sharie, burqa ed al volere di Allah (che poi in realtà è il loro), che abbiamo i coglioni pieni di non poter fare una vignetta od un libro sull'islam perché qualcuno altrimenti ci condanna a morte, che ne abbiamo abbastanza di cristiani sgozzati mentre noi costruiamo loro le moschee in cui terroristi preparano gli attentati ed imam fanatici aizzano alla guerra santa, che ci ribelliamo nel mandare i nostri figli in scuole in cui vi sono ventotto stranieri e due italiani, nel vivere in quartieri degradati dove si spaccia e ci si accoltella, nell'assistere alla violenza sessuale nei confronti delle donne, nell'apprendere di ragazzine ammazzate e fatte a pezzi perché volevano indossare un paio di jeans o di mogli picchiate selvaggiamente perché la donna dev'essere subalterna all'uomo.

Il referendum in realtà è un grido forte e imperativo, un bel diretto tirato nello stomaco a chi mette in discussione che qui siamo a casa nostra e comandiamo noi, una sberla a certe popolazioni che pretendono di fare cazzi loro avanzando la scusa della religione ed un forte calcio negli stinchi a coloro tra i concittadini che difendono spudoratamente il perpertarsi di queste anomalie.

E' questo il significato più profondo del referendum, altroché minareti.
Il messaggio subliminale che ne scaturisce equivale ad un avvertimento:

"Benvenuti, non fate come se foste a casa vostra".

Etichette: ,

7 Comments:

Blogger enzo ha detto...

Il significato del referendum è quello che hai analizzato tu; il suo valore è legato alla sovranità popolare, esattamaente quella che i "democratici" d'Europa temono come la peste. Ergo dobbiamo averne sempre di più. Mi sono permesso di linkarti.

mercoledì, 02 dicembre, 2009  
Blogger Maria Luisa ha detto...

e intanto a Ferrara è saltata fuori una seconda moschea, ma perchè si passano sempre sotto silenzio queste notizie?i Ferraresi sono tutti beoti?Ferrara è una città piccola perchè ci devono essere due moschee?( a parte il fatto che a me sta sullo stomaco anche una sola moschea da brava xenofoba stron...quale sono)

mercoledì, 02 dicembre, 2009  
Blogger Nessie ha detto...

Bravo Jet, sei stato chiaro.
E molto politicamente scorretto. Come ci vuole. Sono finiti i tempi dei soliti distinguo ultrademocraticistici. Basta vedere come trattano loro i cristiani in Sudan: li crocifiggono e li bruciano. Con la benedizione della chiesa di Roma. Che tace e acconsente.

mercoledì, 02 dicembre, 2009  
Blogger Jetset - Libere Risonanze ha detto...

Verissimo Maria Luisa, infatti qui l'amministrazione è di un bel rosso vivo, anche se sta perdendo molti colpi. Purtroppo direi che il vizio di votare sempre lo stesso partito è più una consuetudine che una forma di stupidità. Ferrara è una città di anziani che ancora vivono col ricordo del fascismo e dei partigiani, una città tra l'altro che è il granaio d'Italia perché il suo territorio è totalmente dedicato all'agricoltura e quindi permane una certa forma di ignoranza tra le classi meno istruite. Non dimenticare però che lentamente il vento sta cambiando, visto che per la prima volta siamo andati al ballottaggio (cosa mai vista e finora fantascientifica qui da noi). Comunque vedila come il bicchiere mezzo pieno: le moschee, semmai le attiveranno, faranno incazzare i ferraresi, specie i giovani. E cosa fa il giovane incazzato col suo partito?
Ricorda l'esperienza Prodi: fece così irritare gli italiani che ora il PD non andrebbe al governo nemmeno se Berlusconi ed alleati ritirassero i loro partiti.

giovedì, 03 dicembre, 2009  
Blogger Jetset - Libere Risonanze ha detto...

Ma certo, Enzo, fai pure senza chiedere il permesso, non preoccuparti! E quando mai la Lega farà un bel referendum contro l'Europa? Spero presto. Pensa un pò, ha fatto di più un beduino come Gheddafi per fermare totalmente gli sbarchi qui da noi che l'UE, la quale non ha mosso un dito!!! Ecco perché Berlusconi cerca il consenso anche di Lukashenko: ha capito che tanto in Europa ognuno fa ciò che gli conviene e non ciò che sarebbe giusto. Ed allora perché la figura degli idealisti imbecilli la dobbiamo fare noi? Chissenefrega se è un dittatore. Quando l'UE si fa prendere per il culo dall'Iran pur di commerciare, dalla Cina pur di vendere, dai vari stati arabi pur di far soldi perché noi dovremmo affondare noi? Per un idealismo unilaterale? Ma che vada al diavolo l'Europa!

giovedì, 03 dicembre, 2009  
Blogger Jetset - Libere Risonanze ha detto...

Giusto Nessie. E la Chiesa nostrana si è schierata con gli islamici perché teme che la gente non solo non rispetti ma addirittura ripudi, dopo quella islamica, ogni tipo di ingerenza religiosa. E si sa, la Chiesa ama rompere le scatole in casa d'altri. Sembra un pò di vedere i politici quando uno di loro viene attaccato: tutti uniti a difenderlo, di qualsiasi colore essi siano. Perché oggi tocca a te, domani potrebbe toccare a me. Quindi qui c'é da difendere il clero, anche quello islamico, non importa poi che ci si odi intimamente. Che schifo...

giovedì, 03 dicembre, 2009  
Blogger Alessandra ha detto...

Ciao, forse ti può interessare il mio blog, visti i tuoi argomenti! :-)

http://www.milleeunadonna.blogspot.com/

sabato, 05 dicembre, 2009  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home